...piccoli pensieri

                                         

 

 

…per molte persone io ho sbagliato, e non potrò più vivere in pace;

devo pagare per quel che ho fatto! Per altre, sono stata manipolata, 

non ero me stessa, o ancora, è stata una fase della mia crescita ...

E' stato terribile, ecco cos'è stato.

Rovinare una famiglia, senza che nessuno se ne renda conto,

senza che nessuno fermi quel gioco mostruoso che

inconsapevolmente ha messo in moto la tua mente, senza nessuno che ti aiuti,

e ti faccia ravvedere da ciò che le tue parole, i tuoi comportamenti, i tuoi incubi,

stanno creando.

E tu sei lì, e tu sei il motore che continua a far girare la giostra

che da un lato "diverte e sazia" chi dovrebbe fermarla,

e dall'altra distrugge chi non avrebbe dovuto nemmeno salirci.

Ad un certo punto qualcuno spegne il motore. Ma la giostra ha ormai compiuto i suoi giri.

Il divertimento è finito, signori! Voi altri, scendete, la distruzione per voi è appena iniziata!"

 

 

                                                                                                                                                           

 

E' davvero difficile, molto difficile, confrontarsi con i propri errori. A volte si vorrebbe sbattere infinitamente la testa contro il muro... ma poi ci si rende conto che il muro non può darti risposte. Nemmeno se lo rompi a furia di testate. E allora ti disperi e ti maledici, chiedendoti PERCHE', PERCHE' l'hai fatto... Invochi Dio in tuo aiuto e gli chiedi di farti morire all'inferno, per punirti, e perchè non riesci più a sostenere la situazione...

 

Quando poi ti ravvedi e ti guardi attorno, vedi che il mondo continua a girare, e nessuno si cura dei tuoi problemi e della tua disperazione. Ti accorgi che sei una persona come tante altre... e pensi, chissà gli altri quali problemi avranno, magari più grossi e gravi dei tuoi... osservi la gente e qualcosa ti spinge a tornare alla realtà di sempre... ai piccoli problemi di ogni giorno, alle tue responsabilità... ... e in quel momento magari ti accorgi anche che sei in ritardo e il tuo capo, o un tuo professore, tuo figlio, qualcuno, ti sta aspettando...Smile

 

La realtà, il mondo, la nostra vita, è qui, di fianco; meglio, di fronte a noi. Dobbiamo spalancare gli occhi e rendercene conto. Fuggire non serve a nulla... a meno che non ci sia un leone che ci rincorre... Smile

 

Tutti hanno momenti difficili e tutti e sempre ne avranno. E allora, non è meglio saperli affrontare, riconoscerli, e saperci convivere? Sembra assurdo che proprio, io che cercavo di risolvere i miei problemi tagliandomi le vene, ingogliando scatole intere di tranquillanti, e lanciandomi dalle scale, vi dica questo. Forse però ve lo dico, proprio perchè so cosa si prova ad arrivare fino in fondo a certi gesti... ... ed alle scale.

 

Vorrei che nessuno possa mai provare una cosa simile. Anche se a volte, purtroppo, è un gesto doveroso per capire molte cose... per capire quanto vale, quanto, e quanto sia preziosa questa vita... piena di problemi e di gente strana... ma nostra!

 

------------------------------------

 

QUANTE VOLTE, VOI CHE MI STATE VICINO, MI AVETE DETTO: "ALE, NON MOLLARE! MAI!". MI SENTO DI DIRLO ANCHE A VOI:

 

NON MOLLATE, NON MOLLATE MAI! MAI!

----------------------------------------